Contenuto principale

Messaggio di avviso

I cookie occorrono per la navigazione sul sito. Se accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra clicca sul tasto OK. Clicca qui per ulteriori informazioni.

 è un linguaggio di programmazione ad alto livello, rilasciato pubblicamente per la prima volta nel 1991 dal suo creatore Guido van Rossum, programmatore olandese attualmente operativo in Dropbox. Deriva il suo nome dalla commedia Monty Python's Flying Circus dei celebri Monty Python, in onda sulla BBC nel corso degli anni 70. Attualmente, lo sviluppo di Python (grazie e soprattutto all'enorme e dinamica comunità internazionale di sviluppatori) viene gestito dall'organizzazione no-profit Python Software Foundation.

Python supporta diversi paradigmi di programmazione, come quello object-oriented (con supporto all'ereditarietà multipla), quello imperativo e quello funzionale, ed offre una tipizzazione dinamica forte. È fornito di una libreria built-in estremamente ricca, che unitamente alla gestione automatica della memoria e a robusti costrutti per la gestione delle eccezioni fa di Python uno dei linguaggi più ricchi e comodi da usare.

Comodo, ma anche semplice da usare e imparare. Python, nelle intenzioni di Guido van Rossum, è nato per essere un linguaggio immediatamente intuibile. La sua sintassi è pulita e snella così come i suoi costrutti, decisamente chiari e non ambigui. I blocchi logici vengono costruiti semplicemente allineando le righe allo stesso modo, incrementando la leggibilità e l'uniformità del codice anche se vi lavorano diversi autori.

Python è un linguaggio pseudocompilato: un interprete si occupa di analizzare il codice sorgente (semplici file testuali con estensione .py) e, se sintatticamente corretto, di eseguirlo. In Python, non esiste una fase di compilazione separata (come avviene in C, per esempio) che generi un file eseguibile partendo dal sorgente.

L'esser pseudointerpretato rende Python un linguaggio portabile. Una volta scritto un sorgente, esso può essere interpretato ed eseguito sulla gran parte delle piattaforme attualmente utilizzate, siano esse di casa Apple (Mac) che PC (Microsoft Windows e GNU/Linux). Semplicemente, basta la presenza della versione corretta dell'interprete.

Infine, Python è free software: non solo il download dell'interprete per la propria piattaforma, così come l'uso di Python nelle proprie applicazioni, è completamente gratuito; ma oltre a questo Python può essere liberamente modificato e così ridistribuito, secondo le regole di una licenza pienamente open-source.

Queste caratteristiche hanno fatto di Python il protagonista di un enorme diffusione in tutto il mondo, e anche in Italia, negli ultimi anni. Questo perché garantisce lo sviluppo rapido (e divertente) di applicazioni di qualsiasi complessità in tutti i contesti: dal desktop al web, passando dallo sviluppo di videogiochi e dallo scripting di sistema.

Dopotutto, se è vero che Python rappresenta una delle tecnologie principali del core business di colossi come Google (YouTube è pesantemente basato su Python) e ILM, allora probabilmente sarà ottimo anche per le tue necessità. Ti basta un clic per scoprirlo.Sito dove ho preso le informazioni : https://www.python.it/about/

Un esperimento di comunicazione visiva: alcune immagini realizzate dagli studenti tramite Canva, Powerpoint e Adobe Spark.

A. Vavassori Il mi sogno

I Zucchinali sognando il calcio

 

Sakshi la felicità

 

Libro Alessia

 

Hira la speranza

 

Ambra Giulia Cambiamento

 

Ambra Giulia punti di riferimento

 

Look Fatima

 

Limoni Mame Giulia Matteo

 

Federico Frase

 

il lavoro di Ali

una slide di Ambra

 

una slide di Ambra

 

lavoro di Ambra

 

Fatima 1

 

Humera

Humera 2